Trasparenza

Ho trovato questa immagine su internet e non ho potuto non coglierla, perchè sono sicura di avere molto di Lucy-bisbetica nelle mie vene.

Non me ne vanto, intendiamoci. Non sono una di quelle persone che ama essere antipatica, che ci gode. Lo sono e basta. Il mio problema è la trasparenza.

E’ per colpa sua che guardarmi in viso è come vedermi nuda. Che sia un bello spettacolo o meno, faccio proprio fatica a nascondere ciò che provo e questo accade sia nella vita privata che in quella professionale. Emotiva del cavolo.

Se non addrizzo il timone, qua finisco per farmi del male. O perdere il posto, che è peggio, visto che sto diventando strana. Sto accumulando tanto di quel nervosismo, che da qualche giorno ho una palpebra che trema. Esatto. Voi ridete? Io corro a guardarmi allo specchio ogni volta, per paura che si noti. L’altro giorno mi è successo mentre ero con il capo supremo ed un suo nuovo legale, immaginate la scena. Loro che mi parlavano ed io che cercavo di ‘stiracchiarmi’ l’occhio nella speranza che, come dice mio padre, “dall’esterno non si vede niente”.

Vabbè. Il corpo lancia segnali, se siamo bravi li cogliamo per tempo, altrimenti poi peggiorano finché non potremo più far finta di niente. Questo nuovo ‘tic’ ottico sta durando da quando ho cominciato a sentirmi a disagio a lavoro. Se fossi Paris Hilton me ne sarei già andata, ma siccome il lavoro mi serve per almeno altri 25/30 anni circa, qua mi tocca fare i conti con me stessa.

Comunque tornando alla trasparenza, la odio. Questo mio non saper nascondere ciò che provo è davvero come andare in giro nudi mentre tutti ti guardano. Ed è per questo che sono continuamente costretta ad affrontare situazioni spiacevoli, perchè tanto si vede lontano un miglio se qualcuno mi sta sulle scatole o se mi piace.

Ok, cercherò di farmi contagiare dalla positività della mia cara amica di blog Valeria e cominciare la giornata di domani con ottimismo e sorriso sulle labbra. “Sorridi e la vita ti sorriderà”, dicono.

Non è esattamente un approccio da bisbetica, ma tentare non nuocerà. Domattina in macchina ‘theme song’ e grinta.

Incrociate le dita per me 🤞🏼!

24 commenti

    1. Grazie Buio Dentro. Sicuramente questo aspetto del mio modo di essere, per quanto bello ed apprezzabile a volte mi è di intralcio, quindi ci devo lavorare su, se non voglio che diventi un difetto. Ci proverò da sola per il momento, vediamo che succede!
      Buona giornata ☺️.

  1. sono così dalla nascita, non me ne vanto ma nemmeno mi detesto per questo. La diplomazia non è il mio forte, e quando non mi è permesso di esprimere un disappunto a parole la mia espressione dice comunque quel che penso.
    buona giornata

    1. Come ti capisco. Purtroppo questo modo di essere non sempre è apprezzato, anzi, soprattutto sul lavoro, ma nel mio caso cercherò di mediare. Forse con gli anni si diventa un po’ meno pazienti e tolleranti, almeno è ciò che vedo su di me, ma per me sarebbe molto importante non lasciarmi trasportare completamente dalle emozioni e poter avere una visione più oggettiva e lungimirante delle situazioni. Mi farei coinvolgere meno e vivrei più leggera. Vedremo!
      Grazie cara Daniela, e buona giornata!

  2. Dita incrociate.

    Diciamo che va un po’ cambiato l’approccio, forse. Concentrandoci su ciò che è *veramente* importante per te (te stessa e la famiglia, per esempio) e dare minore importanza a quello che ti ruota attorno, pur necessario (il lavoro).
    Io stesso ho (con fatica) iniziato a dar meno peso alle “pene d’ufficio”, per poter essere più sereno e meno ansioso. Non sempre è facile, specie se il lavoro è molto, e le persone che ti circondano tendono ad esasperarti. Secondo me bisogna provare ad “estraniarsi un po’” con il pensiero, per quanto possibile.

    1. Buona idea. Non è facile ma devo provarci, perché altrimenti andrà a finire che mi porterò il malessere del lavoro anche a casa e so che non ne vale la pena. Anch’io sono ansiosa a volte per il lavoro o mi arrabbio per qualcosa, ma cerco sempre di non esternarlo in maniera da contagiare gli altri, mentre purtroppo non tutti hanno queste accortezze. Mi isolerò, come in una ‘bolla’ protettiva in cui percepisci tutto attutito.
      Buona giornata K!

  3. Io ho adottato la strategia inversa, quando mi succedeva, ovvero me ne sono fregata di cosa traspare o non traspare. Ad un certo punto ero arrivata a non avere più filtri, ma la cosa davvero importante è che ho capito che quello non era il lavoro che faceva per me.

    1. Eh… purtroppo i filtri servono in certi contesti, con certe persone… .
      Personalmente ammiro molto il tuo modo di essere sempre fedele a te stessa, anche a costo di correre dei rischi. Ci vuole coraggio.
      Buona giornata Elena!

  4. Non c’è cosa più bella della sincerità anche se comprendo che alle volte può riportarsi contro noi stessi, però credo che quando ci si guardi allo specchio si è quasi fieri di essere come si è. Anch’io sono come te, quando trattengo la lingua a fatica ma ci riesco, mi tradiscono gli occhi da loro si capisce il m8o diniego come se parlassi, diciamo che col tempo sono riuscita a dire sempre la mia ma con un pò di diplomazia, non sempre ci riesco lo confesso 😌

    1. Già, la diplomazia è una bella arte Nemesys, una volta la esercitavo più spesso anch’io, poi sono diventata troppo istintiva. Comunque quando gli occhi ti tradiscono c’è poco da fare con le parole 🤷🏻‍♀️.
      Buon inizio giornata!

  5. Io sono la persona più accomodante del mondo e quindi sono quanto di più lontano dall’aggettivo bisbetico, in realtà mi adatto facilmente a qualsiasi (o quasi) tipo di persona, però ho in comune con te la trasparenza assoluta. Mia madre me lo diceva sempre che proprio non riesco a fingere simpatia dove non c’è, e viceversa. Quel che penso lo si legge in faccia a chiare lettere nè mi sforzo di nasconderlo. E lasciami dire… e mai lo nasconderò 😅

    1. Guarda, non ti avrei mai augurato di essere bisbetico! Solo Adriano Celentano lo interpretava in maniera simpatica, ma per il resto siamo una brutta categoria 😅.

      E comunque è sempre meglio avere a che fare con una persona ‘trasparente’ piuttosto che con una persona che finge per compiacere o nascondere.
      Il problema è che in determinate circostanze o ruoli, essere trasparenti è un’arma a doppio taglio. Può essere ben vista, come no.
      Diverse persone mi hanno fatto notare che la trasparenza è un pregio… magari potrei cominciare a vederla così.
      Se penso che una volta ero accomodante anch’io… poi sono diventata l’opposto. E dicono che nella vita non si cambia! Mica vero.

  6. Fantastica Ale, non sai quanto tu mi abbia fatto bene. Sto vivendo un momentaccio. A me non sembri antipatica affatto, che ti devo dire? Sarà che anche io sono trasparente, un libro 📖 aperto. Ieri sera ti cercavo e non riuscivo a trovarti. Oggi ho trovato questa sorpresa meravigliosa! Grazie di vero cuore ❤️ ne avevo bisogno!
    Ti farà sorridere che ti capisca perfettamente. Anche a me, quando sono nervosa, mi capita spesso, balla non proprio la palpebra. La parte sottostante dell’occhio. È da un po’ che non mi capita, ma sento che sto per esplodere. Allora, il consiglio è questo. Non ne do molti, ma per te, faccio volentieri un’eccezione.
    Io sono Ale, sono questa se vi pare, non sono affatto antipatica, chi mi conosce, lo sa. Se mi trattate male, non sempre faccio colazione a pane e zen, soprattutto se mi fate inacidire, questo non dice nulla su di me. Dice molto di voi!!! Non fatemi arrabbiare, che è meglioooo!
    Io sono buona, dolce, brava, bella e simpatica, non io, Ale, tu, potrei aggiungere altre mie caratteristiche, per ora accontentavi di queste!!!
    Dovresti vedermi quando mi arrabbio, Hulk mi spiccia casa 🏡 magari!! 😂😂😂
    Un abbraccio 🥰 carissima Ale e quando vuoi sono qui. Arrivo tardi, magari, ma arrivo! 🥰❤😍

    1. Che cara, grazie Vale!!! Ehehe, mi hai fatta sorridere davvero! Sei unica.
      Ti ho citata perchè te l’ho scritto parecchie volte che sei la mia ispirazione. Ultimamente non riesco a venire spesso sul tuo blog a fare ‘ricarica’ di energie positive, mannaggia. Fatto sta che l’occhio mi dà ancora un pò di problemini ed ho deciso per scrupolo di farlo vedere. Farò una visita, si sa mai. Un bacione. Anzi, tre! 😘😘😘

      1. Figurati Ale, per così poco! Vorrei poter fare molto per te. Mi dispiace che il tuo ambiente lavorativo ti abbia già delusa, lo capisco. È così, anche io sto cercando lavoro, ma non so che ne verrà fuori. Se hai scrupolo per l’occhio, fai bene a fare un controllo. Non sarà nulla di grave. Te lo auguro di tutto cuore ❤️ facciamo così, ti mando una scorta bella grossa di positività, vedrai che riuscirai a farti valere. Più abbiamo ansia da prestazione e vogliamo fare bella figura, peggio è. Sii te stessa e vedrai che andrà tutto per il meglio. Ti abbraccio con tantissimo affetto e ti penso.
        Grazie del bellissimo post che mi hai dedicato, ne sono onorata.
        Pensa che la felicità è sempre dietro l’angolo e si nasconde nelle piccole cose di ogni giorno, quelle alle quali spesso nemmeno facciamo caso.
        Pensa a quanto sei stata brava a stravolgere così tanto la tua vita in così poco tempo! Ci sei riuscita perché hai un coraggio da leoni e vai avanti dicendoti che tu non sei la tua paura, sei solo te stessa e vai bene così come sei! Ti abbraccio forte con i tuoi bimbi, a presto cara Ale! 🥰😍😘😘😘

  7. Anche io sono emotiva, ma ho imparato nel tempo a contemperare la mia parte emotiva con quella diplomatica, perché la diplomazia serve, specialmente nel mondo del lavoro.
    Io sono molto coraggiosa, ma anche in questo caso, devo contemperare il mio coraggio con la mia emotività!
    Un caro abbraccio, cara Ale 🤞

    1. Sempre saggia Vale. Già, la diplomazia serve eccome, ma anch’io devo fare i conti con la mia emotività molto spesso. E’ un equilibrio non facile da creare, io ci sto ancora lavorando nonostante non sia proprio più una ragazzina. Un bacione!

      1. Uh, capirai, sei giovanissima, io allora sono nonna 👵 Abelarda!
        È sempre difficile lavorare su noi stessi, ma se ci conosciamo bene, possiamo farcela, io ormai conosco me stessa e mi accetto con tutti i miei limiti. Ho compiuto un lungo cammino per arrivare ad essere in pace con me stessa e ancora non ci sono del tutto riuscita. Saggia, chi lo sa? Ad ogni modo, ti ringrazio molto! Un bacione mia cara Ale! 😄😄😄

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Demonio

Storie e riflessioni di un povero diavolo

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

L'Occhio Del Cane

Diario Cinico Di Un Vecchio Randagio

PIANETA MOBYS

Il Blog più agrodolce della storia del web.

Viaggi Ermeneutici

Romolo Giacani

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

MARIO ANGELO🌳🌹

Mario Angelo Blog

©STORIE SELVATICHE

STORIE SELVATICHE DI FIABE, MITI E TESTI SACRI CHE APRONO LE PORTE ALLA RICCHEZZA

Petali Azzurri!

*I Petali delle Rose...quando cadono...diventano Angeli Silenziosi.*

il SOCIAL apatico

appunti sconclusionati

La Scimmia Umana

Una scimmia qualunque.

Di Bellezza e atti di gentilezza gratuita

"La Bellezza salverà il mondo" diceva Dostoevskij e io ci credo! Venite con me e anche voi scoprirete che è proprio così.

Racconti Ondivaghi

che alla fine parlano sempre d'Amore

PENSIERIALLAFINESTRA

Mai dire farò, ma fare

Il Buio Dentro

diario di un abusato

Il blog di Alice Spiga

Amo scrivere, vivo scrivendo

Racconti brevi di vita quotidiana ( spero allegri ed umoristici) aforismi pensieri idee di un allegro pessimista

Guai a prendersi troppo sul serio. Racconti allegri pensieri idee di un allegro pessimista

Nemesys

Il mio modo di esserci

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: